Trapianto Barba – Tutto Quello Che Devi Sapere!

Se stai pensando ad un trapianto di barba, ma hai mille dubbi, dopo aver letto questo articolo non avrai più domande da porti!

Se si pensa agli uomini barbuti e con i baffi, fino a qualche decennio fa molto probabilmente ci sarebbero venuti in mente solo professori di geografia e hipster. Ma sappiamo bene che oggigiorno non è più così. Al contrario, è sempre più comune vedere uomini con folte barbe lunghe e baffi capaci di prendere le forme più audaci.

Diversi studi dimostrano che molte donne trovano più attraenti gli uomini con la barba. Ma non solo, questi stessi studi hanno dimostrato che anche gli uomini stessi vedono gli uomini con la barba come i più mascolini. A quanto pare la barba ha la capacità di comunicare sicurezza e forza.

Il nostro amore per la barba non è mai stato così forte, ma questo non significa che sia facile per tutti farsela crescere. Anzi, non è inusuale vedere uomini insoddisfatti della propria barba, magari perché troppo rada, non omogenea o addirittura a chiazze.

trapianto barba aspetto mascolino

Molti uomini, nel tentativo di darsi l’aspetto mascolino di cui andar fieri, ricorrono sempre più alla chirurgia. Non essere intimorito dalla parola chirurgia, questo trattamento non è così estremo come potresti pensare. Grazie alle ultime tecnologie e a chirurghi sempre più qualificati, la procedura ha dimostrato di essere praticamente indolore.

Eppure, come sempre, quando si tratta di chirurgia estetica, ci sono sempre i pro e contro. Quindi, se stai pensando a un trapianto di barba, ecco tutto ciò che devi sapere.

Trapianto Barba: Step-by-Step

Il trapianto della barba di solito una procedura indolore. Ma resta pur sempre un lavoro molto delicato: il chirurgo dovrà far in modo che ogni singolo pelo trapiantato punti nella giusta direzione.

Generalmente, la parte più delicata della procedura è l’angolo. L’orientamento della ricrescita si ogni singolo innesto deve essere impeccabile al fine di ottenere un risultato esteticamente gradevole e completamente naturale.

Il chirurgo preleverà dei peli da altre parti del corpo, solitamente queste aree possono interessare o la parte posteriore della testa o quella sotto il mento. Una volta prelevati, i follicoli piliferi verranno innestati nelle aree del viso da riempire.

Le unità follicolari saranno posizionate, con artistica manualità, in un’area della barba nel tentativo di ripristinare o migliorare l’aree del viso.

Quando inizieranno a crescere, i peli trapiantati, dovranno essere tagliati frequentemente, questo farà in modo che il bulbo si rinforzi e cresca nella nuova posizione.

In media vengono innestati dai 4.000 ai 7.000 follicoli, uno per uno. Alcuni chirurghi preferiscono innestare due peli per bulbo per dare un aspetto più naturale alla barba.

come funziona il trapianto della barba

Come Funziona?

Bene, iniziamo ad entrare un pò più nel vivo di questo articolo.

I trapianti di barba possono essere effettuati con due procedure diverse: FUE e FUT. Che differenza c’è?

  • Tecnica FUE

In questo caso la tecnica utilizzata è molto simile al trapianto dei capelli. Ovvero i follicoli piliferi vengono estratti singolarmente dalla zona donatrice (oggigiorno l’estrazione è affidata a dei macchinari). Successivamente, quest’ultimi verrano reimpiantati nell’area ricevente, tenendo conto dell’angolo di crescita del pelo già presente, in modo che la ricrescita risulti il più naturale possibile, restando in armonia con il resto dei peli già presenti sul viso.

La maggior parte dei trapianti di barba viene eseguito con questa tecnica. Non solo, ma questa tecnica si presta bene anche al trapianto di basette e sopracciglia.

Questo tipo di trapianto ha un tempo di recupero più rapido rispetto ad altre opzioni e la maggior parte delle persone che lo subiscono riportano poco o nessun disagio.

  • Tecnica FUT

In questo caso, invece di prendere i follicoli uno alla volta il chirurgo preleva una striscia di tessuto da un’altra area, sutura la ferita e vi trapianta i peli. Questo lascia una cicatrice lunga ma molto fine.

Sebbene questa tecnica richieda un po’ più di tempo (sia per l’operazione che per il recupero), generalmente si traduce anche in una barba più piena perché vengono trapiantati più capelli.

La tempistica varierà dalle 5 alle 6 ore, in base alla tecnica utilizzata. In entrambi i casi, i peli trapiantati inizieranno a cadere dopo circa 15-30 giorni. Niente panico – è assolutamente normale!

Dopo all’incirca 90 giorni la barba avrà completato il suo periodo di assestamento e i follicoli si saranno adagiati all’interno della loro nuova casa. Dopo circa nove mesi, sarai in grado di farti crescere una bella barba folta.

In molti casi, i peli utilizzati per i trapianti di barba provengono dalla parte posteriore del cuoio capelluto. Tuttavia, il chirurgo prende solo uno ogni cinque capelli, quindi non ci saranno zone calve visibili.

Quale Clinica SCEGLIERE

La scelta della clinica è fondamentale per ottenere un risultato ottimale dall’aspetto naturale. Ecco alcuni punti fondamentali da tenere a mente quando si sceglie una clinica per il trapianto di barba:

  • Formazione – Esperienza e Specializzazione

Sembra quasi superfluo dirlo, vero? Beh in realtà non è così! Basta digitare su Google ‘trapianti barba andati male’. Quando si sceglie una clinica, si sta scegliendo anche un chirurgo, ovvero la mano di colui che effettuerà l’operazione. La FUE richiede tempo e pratica regolare per padroneggiarla. Informati sul chirurgo. Leggi il suo curriculum – di solito lo trovi nella biografia del sito – tutti i più bravi non hanno paura di condividerlo online. Scegline uno specializzato in trapianti, avrà molta più esperienza e manualità rispetto ad un chirurgo generico.

  • Chiedi delle Referenze

Cerca delle recensioni online dei pazienti della clinica. Alcune cliniche potrebbero offrirti le loro recensioni, ma attento a fidarti di quest’ultime, molte cliniche corrompono i pazienti per fornire buone referenze. Le recensioni dei pazienti online di solito sono le più oneste. Anche se, spesso sono i pazienti che hanno ottenuto buoni risultati a pubblicare recensioni. I pazienti che non sono soddisfatti dei risultati possono essere troppo imbarazzati nel farlo.

  • Guarda bene le foto del Prima e Dopo

La maggior parte delle cliniche ha una galleria di immagini del prima e dopo l’intervento. Le buone cliniche utilizzano fotografie ad alta risoluzione, illuminazione intensa e nessun photoshop. Se le foto sono sfocate o scure significano che hanno qualcosa da nascondere.

  • Trattamenti Extra

Di solito, quando ci si rivolge ad una buona clinica, questa offrirà trattamenti extra per aumentare i risultati. Uno dei più comunemente utilizzati è il trattamento PRP, ovvero iniezioni di plasma ricco di piastrine (il sangue in questione sarà quello del paziente). Questo trattamento stimola il recupero e attiva rapidamente i follicoli trapiantati al fine di ottenere una crescita più rapida e robusta del pelo.

  • Consultazione

Assicurati che la clinica offra una consulenza per escludere condizioni sottostanti che potrebbero influire sulla crescita della barba. Dovrebbero anche controllare la densità dei tuoi capelli con un programma avanzato di qualche tipo, in modo che possano calcolare il numero di follicoli donatori che hai a disposizione e il numero di trapianti di cui avrai bisogno. Le migliori cliniche sanno che non tutti sono buoni candidati per un trapianto di barba. Fai attenzione se ti spingono a prendere una decisione rapida, soprattutto se in cambio di uno sconto.

Se fare tutte queste ricerche ti sembra scoraggiante, pensa a quanto potrebbe esserlo portare sul viso un trapianto andato male!

trapianto barba perfettamente riuscito
Source IHT

Controindicazioni Trapianto Della Barba

Ebbene come con la maggior parte degli interventi chirurgici anche in questo caso esistono dei rischi e delle controindicazioni. Occasionalmente, i follicoli potrebbero infettarsi e infiammarsi, il che porterebbe al sanguinamento dell’area.

Esiste inoltre la possibilità di cicatrici nell’area dove è stato effettuato il prelievo, ma è anche vero che, queste nel tempo verranno coperte dai capelli. Inoltre potrebbero formarsi lievi lividi, rigonfiamento, sensibilità nelle aree di prelievo e innesto, peli incarniti e arrossamento.

Delle piccole croste si formeranno intorno ai peli trapiantati, non preoccupatevi, è del tutto normale. A meno che la presenza di queste croste vada oltre la settimana. In quel caso è meglio contattare la clinica.

Molti chirurghi consigliano di non lavarsi il viso finché le croste non sono cadute.

Bisogna tenere a mente che non tutti sono dei candidati ideali per fare il trapianto di barba. Da cosa dipende? Può dipendere da diversi fattori come avere un cuoio capelluto sano e non avere storia di calvizie in famiglia.

Purtroppo, il trapianto della barba è sconsigliato, i migliori chirurghi si rifiuteranno di farlo, a chi ha la pelle scura. Il pericolo è che l’intervento possa causare minuscoli punti di cicatrici simili all’ipopigmentazione (ovvero un’alterazione del colore della pelle). Poiché queste cicatrici visibili sono più chiare del tono della pelle circostante, risaltano sui toni di pelle marrone o nera. Immaginatevi l’imbarazzo di avere milioni di puntini bianchi in testa.

In casi molto rari, il primo trapianto di barba non andrà a buon fine e potrebbe essere necessario un secondo trapianto.

Domande Frequenti Sul Trapianto Barba

Quanto tempo ci vuole per guarire completamente dopo un trapianto di barba?

I trapianti di barba con tecnica FUE vengono effettuati sotto anestesia locale, quindi subito dopo l’intervento sarai già pronto a svolgere le tue attività quotidiane. Tuttavia, la pelle avrà bisogno di tempo per guarire correttamente, il che potrebbe variare dai 5 ai 7 giorni. Nella maggior parte dei casi sarà possibile radersi da una settimana a 10 giorni dopo il trapianto.

Si raccomanda, per almeno 3 giorni dopo l’operazione, di non mangiare cibi solidi, la masticazione potrebbe danneggiare la stabilità degli innesti, soprattutto sulla zona della mandibola.

Quali risultati posso aspettarmi dopo il trapianto di barba?

Se il trapianto va a buon fine (tieni presente che i casi di rigetto sono rari, ma non inesistenti), avrai un risultato permanente. Potrai vedere la differenza non appena il chirurgo avrà finito di impiantare i follicoli piliferi. Tuttavia, i risultati miglioreranno nel tempo. In genere, entro il settimo mese sarà possibile vedere il lavoro nel suo completo. I nuovi peli impiantati inizieranno e continueranno a crescere proprio come fanno il resto dei peli del corpo.

Se il trapianto di barba è stato eseguito correttamente, non sarai in grado di distinguere i peli naturali e quelli trapiantati.




Quali sono gli effetti collaterali del trapianto di barba?


Gli effetti collaterali dopo il trapianto di barba possono essere molto blandi, se si seguono correttamente le indicazioni fornite dai medici. Tuttavia, essendo un intervento chirurgico, è normale che l’area trattata si presenti arrossata e gonfia.
Un altro effetto collaterale visto come una parte normale del processo è la caduta dei peli impiantati. Non c’è di cui preoccuparsi, è del tutto normale. I peli ricresceranno entro 2-3 mesi.

Com’è la crescita dei peli dopo il trapianto?

Dopo la prima settimana noterai la caduta graduale dei peli impiantati. Dopodiché tra il secondo e il terzo mese quest’ultimi inizieranno a crescere all’interno del follicolo impiantato. Tra il quarto e il quinto i risultati saranno sempre più evidenti. Mentre i risultati finali e permanenti saranno visibili tra il settimo e l’ottavo mese.

Quanti innesti dovrebbero essere trapiantati?

Se l’area della barba è priva di peli, è necessario impiantare 4.500-5.000 innesti. Se nell’area è richiesta l’intensificazione dei peli, allora sarà necessario innestare 3.000-3.500 innesti. Invece, se il trapianto è finalizzato a riempire gli spazi vuoti sulla barba, basteranno tra 1.000-2.000 innesti.

Quanto tempo dura l’intervento?

A causa della natura della pelle del viso, più flessibile della pelle del cuoio capelluto, gli innesti vengono piantati lentamente, per consentire il massimo controllo dei follicoli. Quindi la durata media varia dalle 3 alle 4 ore minimo, dipende naturalmente dalla grandezza dell’area e dalla densità della barba che si vuole ottenere. Alcuni interventi chirurgici possono durare anche 8/9 ore.

Quanto costa il trapianto?

Il costo varia in base alla clinica e al paese in cui si trova. Un trapianto di barba a Turchia parte da 2.000 €, solo per impianto barba. In caso di servizi aggiuntivi come l’alloggio ed il trasporto, il costo aumenterà.

Le Nostre Conclusioni

In qualsiasi caso, quando si tratta di decidere se sottoporsi ad un intervento chirurgico bisogna aver le idee chiare sul perché lo si vuole fare. Se, a conti fatti, ti senti a tuo agio con le potenziali insidie e il risultato finale ti farà sentire più a tuo agio e fiducioso, allora vale la pena considerare l’opzione del trapianto.

La verità è che, se eseguito correttamente, il trapianto di barba, crea risultati incredibili ed estremamente naturali.

Detto questo, come abbiamo accennato nel paragrafo riguardante la ricerca della giusta clinica, bisogna fare ricerche approfondite prima di fare il grande passo.

Consigliamo di incontrare diversi chirurghi per vedere con quale si ha più affinità e che sia in grado di comprendere le proprie esigenze. E non abbiate paura di chiedere referenze da pazienti precedenti – un buon chirurgo sarà sempre lieto di fornirle!




Entra nel mondo Valextino

Seguici

Follows
capi d'abbigliamento maschili che non passano di moda

ISCRIVITI PER RICEVERE OFFERTE, CONSIGLI E MOLTO ALTRO.

GRAZIE MILLE!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This